Area riservata



 




Traduzione multilingue


Il kinesio taping
Scritto da Bellia Rosario   
Indice
Inizio
Sindrome compartimentale
Come si cura
Tecnica coreana
Tecnica colombiana
Tecnica italiana
Conclusioni e Commenti
Articolo completo

La sindrome del compartimento anteriore della gamba del pattinatore a rotelle corsa.

Anche questa volta, durante i campionati mondiali di Santiago di Calì (Colombia 17 – 25 agosto), parecchi atleti hanno evidenziato l’insorgenza del dolore al tibiale anteriore (sindrome del compartimento anteriore della gamba).
Da quando ricopro l’incarico di fisioterapista della nazionale di pattinaggio rotelle corsa, durante i campionati europei e mondiali sempre alcuni atleti hanno lamentato l’insorgenza del problema al tibiale e quindi, in questi anni, ho affrontato in modo standardizzato la fase rieducativa con metodiche terapeutiche classiche.
Durante i campionati mondiali del 2006 ad Anyang (Korea) ho appreso la tecnica del Kinesio Taping applicata in modo specifico dal medico della nazionale coreana, e devo dire che i tempi di recupero sono molto più veloci e i risultati sono più duraturi.

I lettori che vogliono approfondire la parte diagnostica e l’etiopatogenesi della sindrome del compartimento anteriore della gamba, possono consultare il lavoro pubblicato nel sito: www.simonebellia.com nell'articolo: “La sindrome del compartimento anteriore della gamba, un male che affligge tanti pattinatori". E troveranno inoltre la spiegazione del metodo del Kinesio Taping nell'articolo: “Kinesio taping: un metodo molto efficace anche nel pattinaggio a rotelle specialità corsa".
Il pattinatore per buona parte dell’azione tecnica è in posizione di piegamento degli arti inferiori di circa 110°, inoltre, effettuando in modo ripetitivo la fase di recupero del pattino, compie un movimento con il piede in forte supinazione ed intrarotazione.
Questa azione è prodotta da un’intensa contrazione dei muscoli: tibiale anteriore, estensore proprio dell’alluce ed estensore comune delle dita. Il gesto effettuato in allenamenti lunghi e intensi, specie in piste sopraelevate e nelle curve (passo incrociato) aumenta notevolmente l’impegno muscolare, che è all’origine di una infiammazione dei muscoli sopra indicati, con conseguenti iperemia , edema e “contrattura” del comparto anteriore della gamba, determinando un aumento di pressione che si contrappone al compartimento fasciale anelastico (vedi figura n. 1) dimostrato con la manometria ad ago.




 

Per inserire un commento è necessario essere registrati