Area riservata



Commenti agli articoli

  • Istituto Regina Elena: dalla ricerca di labor...
    Sono un medico dell'ospedale di Lucca, affetta da carcinoma mammario metastatico, attualmente in trattamento con Faslodex. Purtroppo questa terapia or... Vai al commento

  • Constatazione di morte
    e' un presunto decesso,l'accertamento e' ad opera del medico necroscopo Vai al commento

  • Constatazione di morte
    sono un "givane" collega laureato da23 anni e devo dire che l'articolo come al solito si basa sulla totale non conoscenza della realta' di continuita'... Vai al commento

  • Cosa ne pensate della Nota 13?
    Carissimo Vincenzo, in tutto il mondo, esclusa l'Italia, conoscono il Reale Rischio Congenito di CAD, conditio sine qua non della cardiopatia ischemic... Vai al commento

Identificata all’Istituto Gaslini una nuova strategia per il trattamento dei tumori polmonari
Scritto da Maura Macciò   

Un’importante scoperta scientifica è stata effettuata a Genova dal gruppo guidato dalla dottoressa Irma Airoldi, responsabile dell’Unità di ricerca “Immunologia  e  Tumori”  finanziata  dall’Associazione  Italiana  per la Ricerca  sul  Cancro (AIRC) in collaborazione con il dottor Vito Pistoia, direttore del Laboratorio di Oncologia presso l’Istituto G. Gaslini.

Lo studio, in pubblicazione a luglio sul prestigioso giornale scientifico Plos  One,  ha  portato  all’identificazione  della  citochina IL-12, una specie  di ormone prodotto fisiologicamente dall’organismo, quale potente agente anti-tumorale nell’adenocarcinoma polmonare.
Il  tumore  del  polmone  rappresenta  la  prima causa di morte nei Paesi industrializzati.  Questa malattia da sola rappresenta il 20 per cento di tutti  i  tumori  maligni  nelle  persone  di  sesso  maschile  ed  è  in progressivo  aumento tra le donne. L’adenocarcinoma polmonare costituisce inoltre il tumore polmonare più diffuso nella popolazione.
Gli   attuali   approcci  terapeutici,  rappresentati  da  chemioterapia, radioterapia  e   rimozione  chirurgica, risultano di limitata efficacia. Pertanto   lo  sforzo  dei  ricercatori  in  tutto  il  mondo  è  rivolto all’identificazione di terapie innovative più efficaci e meno debilitanti per il paziente. In questo contesto si inserisce la ricerca svolta presso l’Istituto   G.   Gaslini   di   Genova   e   finanziata  prevalentemente dall’Associazione Italiana Ricerca sul Cancro.
I ricercatori hanno dimostrato che gli adenocarcinomi polmonari di stadio precoce, cioè a migliore prognosi, posseggono il recettore per la citochina  IL-12 e possono così essere bersaglio dell’attività di tale molecola. Al contrario gli adenocarcinomi polmonari ad uno stadio avanzato perdono spesso l’espressione del recettore di IL-12 suggerendo che il recettore della citochina IL-12 può rappresentare un marcatore prognostico favorevole. Inoltre, il trattamento delle cellule tumorali che esprimono il relativo recettore di IL-12 blocca la loro capacità di crearsi una rete di vasi sanguigni necessari per portare nutrimento alle cellule stesse. In altre parole, la citochina uccide il tumore polmonare per fame.
Lo studio ha portato anche all’identificazione di un altro meccanismo di blocco della crescita tumorale dovuto agli effetti della citochina sulle cellule normali (sane) del polmone che circondano il tumore.
Lo  studio  in  questione  ha  dimostrato per la prima volta che le cellule  normali del polmone che circondano il tumore sostengono la crescita  del  tumore,  ma,  in  seguito  al trattamento con IL-12, perdono tale funzione di supporto.
Lo  studio,  che apre quindi interessanti prospettive terapeutiche per il tumore   polmonare,    rappresenta    un  nuovo  successo  della  ricerca dell’Istituto  Gaslini  sotto  l’abile  regia  del Direttore Scientifico, Prof.  Lorenzo  Moretta. Al successo di questa ricerca hanno contribuito, oltre  ad AIRC, altri gruppi del Gaslini (dottor Luis Galietta), dell’IST di  Genova  (dottori  Grossi,  Ferrini, Truini) e dell’Istituto Nazionale Tumori di Milano (dottoressa Sozzi).

INFO Istituto Giannina Gaslini
Ufficio Stampa
dr.ssa Maura Macciò
Tel 0103742970- Fax 0103742987
Cell. 3357411393
mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Laboratorio Oncologia
dr.ssa Irma Airoldi Tel. 0105636342-524

 

Commenti  

 
0 #1 2009-07-13 13:58
ANCHE un mio commento critico a questo articolo è in rete su Plos one alla URL http://www.plosone.org/annotation/listThread.action?inReplyTo=info%3Adoi%2F10.1371%2Fannotation%2F019871da-ef04-426b-8071-98e4d6e16c54&root=info%3Adoi%2F10.1371%2Fannotation%2F019871da-ef04-426b-8071-98e4d6e16c54, Bedside Recognizing Lung Cancer Inherited Real Risk rather than IL-12 treatment.
Posted by Stagnaro on 02 lug 2009 at 20:40 GMT !
Purtroppo, nessun mass-media si è sentito in dovere di riferirlo o criticarlo. Non parliamo degli autori!Forse questi comportamenti sospetti svolgono un ruolo centrale nella desolante situazione attuale: l'epidemia cancro è in continuo aumento!
Citazione
 

Aggiungi commento



Aggiorna